spot_img
spot_img
spot_img

Mucciconi a pochi giorni dalla finale: “Questa città merita altri palcoscenici”

A pochi giorni dalla finale di andata contro il Terranuova Traiana, in casa Giulianova l’attesa si fa sempre più frenetica. La prima gara si giocherà in un “Fadini” bollente, con la sentenza vinta dai giallorossi che potranno contare così sul proprio pubblico. una finale che vale un posto in Serie D, quello che tutto il popolo giallorosso sogna dopo una stagione lunga e tortuosa. In vista della gara di domenica il presidente del Giulianova, Alessandro Mucciconi, è intervenuto ai nostri microfoni.

Queste le sue parole: “Domenica scorsa non siamo stati la squadra che vedo di solito. É anche vero che avevamo diverse defezioni, il che ci ha limitato molto. Avevamo Donatangelo con problemi fisici, Massetti aveva preso un colpo alla testa e Di Paolo che ha accusato un dolore alla gamba durante la gara. Un insieme di cose dunque che non ci hanno permesso di essere belli come al solito”.

Su mister Pagliaccetti e sulla prossima gara ha poi proseguito: “Oltre ad essere un amico, è una persona che stimo tantissimo. Non posso che congratularmi con lui, abbiamo raggiunto dei bei risultati insieme e non ci resta che coronare il sogno di riportare la squadra della nostra città dove merita. Domenica dovremmo stringere tutti i denti visti i tanti infortuni in questo periodo. Poi bisognerà scendere in campo e dare il massimo per una città intera”.

Sui tifosi invece: “Questa mattina mi è stato inviato un messaggio di bambini delle elementari che andavano in gita cantando l’inno del Giulianova. Questo per noi rappresenta il raggiungimento del nostro obiettivo, riportare entusiasmo e credibilità a un popolo che vive per il calcio. Non posso che dire grazie a tutta la città e a tutti i tifosi giallorossi. Vogliamo riportare il Giulianova in alto, ci sentiamo pronti a portare avanti un progetto importante e duraturo”.

Il presidente Mucciconi ha poi tenuto nel ricordare Claudio Zaccagnini, tragicamente scomparso qualche giorno fa. “Oltre che averlo come giocatore, lo conoscevo davvero bene. Non posso che essere amareggiato, dispiaciuto e scontento di non aver potuto fare qualcosa per aiutarlo. Quando succedono determinate cose ci si chiede se avessimo potuto fare qualcosa per lui, essere più presenti per aiutarlo. Claudio lo ricordo come un eroe, come una persona di cuore, un amico di tutti e una persona speciale. Con le lacrime agli occhi faccio nuovamente le condoglianze alla sua famiglia, in questi casi non si trovano mai le parole giuste per esprimere il proprio dolore”.

ALTRI ARTICOLI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

#
Squadra
M
V
X
Ps
Pt
1
34
28
4
2
88
2
34
24
8
2
80
3
34
19
6
9
63
4
34
17
9
8
59
5
34
15
11
8
56
6
34
14
5
15
47
7
34
12
10
12
46
8
34
12
9
13
45
9
34
12
9
13
45
10
34
12
11
11
45
11
34
12
8
14
44
12
34
12
7
15
43
13
34
11
10
13
43
14
34
12
5
17
41
15
34
11
3
20
36
16
34
7
9
18
30
17
34
8
3
23
27
18
34
1
7
26
10
Castelnuovo un punto di penalizzazione.
Vastese due punti di penalizzazione.
P