spot_img
spot_img
spot_img

Sulmona, il vice presidente Lancia punta in alto: “Questa città merita la serie D”

SULMONA – Passione al servizio dei colori biancorossi. E quel pizzico di ambizione che ti fa guardare lontano. Alessandro Lancia vice presidente dell’Ovidiana Sulmona fa un bilancio su questo campionato. Ma anche sugli obiettivi futuri di questa società, che lui guida insieme al presidente Oreste De Deo. Del resto i due sono sempre stati accomunati dall’amore per la propria città. Lancia infatti è un imprenditore peligno, che opera nel settore dell’edilizia ferroviaria. Il vice presidente figura all’interno dell’organigramma dell’Ovidiana da sei anni. Entró in società quando i biancorossi disputavano il campionato di Promozione. Insieme a De Deo è stato capace di costruire qualcosa di importante per la città. E per i tifosi biancorossi. Dunque, sognare la serie D è lecito. Con il tempo, ovviamente. E soprattutto con un’attenta programmazione. Così il sodalizio biancorosso si sta muovendo un passo alla volta per rafforzare questa società. E pensare in grande. La città di Sulmona lo merita. Uno dei tanti obiettivi di Lancia e della dirigenza ovidiana è quella di fornire alla squadra una struttura con servizi e foresteria. E il 22 marzo il Sulmona disputerà un’amichevole di lusso. Infatti la squadra di Mecomonaco affronterà la Lazio primavera a Formello.

Un grande girone di ritorno per questo Sulmona. Dove si può arrivare quest’anno?

“E un girone di ritorno che ci riappacifica con il mondo. Venivamo da un periodo negativo. Il nostro è un gruppo molto valido, una rosa ben costruita con innesti chiave. Sono ragazzi meravigliosi, che hanno fatto spogliatoio. Abbiamo riportato un grandissimo entusiasmo, ancor più di prima. La squadra può arrivare ovunque, il nostro obiettivo è la salvezza. Ma i nostri obiettivi sono ambiziosi e guardiamo verso un orizzonte molto ampio”.

Sono sei anni che sei dentro questa società. Avete fatto una crescita esponenziale. E con il presidente De Deo sei andato sempre di pari passo…

“Il mio è un grande presidente, un amico a cui dobbiamo la salvezza del calcio a Sulmona. Quando ci incontrammo sei anni fa nel mio ufficio, io mi ero proposto e lui mi aveva cercato. Abbiamo una grande dirigenza, spalle larghe e occhi verso il futuro. Cerchiamo di gestire questa società come un’azienda, con un’attenta pianificazione”.

Non quest’anno, visto che non siete partiti benissimo. Ma in un futuro prossimo è lecito parlare di serie D?

“La piazza lo meriterebbe per storia e blasone. Abbiamo un grande tifo, la società si sta strutturando sempre più. Abbiamo in progetto una struttura di diretta gestione della società con servizi per la squadra, alloggi e una foresteria. Ci piace sognare e guardare in avanti. Non è vietato parlare di serie D in un prossimo futuro, ma non è un obiettivo primario. Ad oggi pensiamo al campionato in corso. Il rendimento del girone di ritorno ci vede ad un solo punto dal Teramo. Ci sono tutte le basi per poter sognare”.

Intanto il 22 marzo è in programma un’amichevole di prestigio a Formello…

“Sì, il 22 marzo andiamo a Formello. È in programma un’amichevole contro la primavera della Lazio. Ridendoci un po’ su, è la squadra del cuore mia e del presidente. Oltre al Sulmona, ovviamente. La visita presso il centro sportivo della Lazio sarà uno stimolo in più per questi ragazzi”.

Daniele Rossi

ALTRI ARTICOLI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

#
Squadra
M
V
X
Ps
Pt
1
32
26
4
2
82
2
32
23
7
2
76
3
32
18
5
9
59
4
32
16
8
8
55
5
32
15
9
8
54
6
32
14
4
14
46
7
32
12
8
12
44
8
32
12
7
13
43
9
32
11
10
11
43
10
32
11
8
13
41
11
32
11
8
13
41
12
32
11
10
11
41
13
32
10
9
13
39
14
32
11
5
16
38
15
32
11
3
18
36
16
32
6
9
17
27
17
32
7
3
22
24
18
32
1
7
24
10
Castelnuovo un punto di penalizzazione.
Vastese due punti di penalizzazione.
P