spot_img
spot_img
spot_img

Matteo Morachioli fa le carte sulle marsicane, dalla Serie D alla Promozione

Mister Matteo Morachioli è attualmente fermo, dopo una prima parte di stagione passata con il Pucetta in Promozione. Il giovane tecnico avezzanese è stato intervistato dai nostri microfoni per raccontare il momento delle marsicane nei vari campionati, aprendo ovviamente la chiacchierata con una considerazione sul momento personale: “E’ passato un mese e mezzo dal mio addio con il Pucetta, il campo mi manca perché stare a casa è difficile. Voglio però prendere in considerazione, per il futuro, solo progetti seri senza fare scelte affrettate“.

L’analisi parte dunque dalla Serie D, con una Avezzano Calcio che punta al bersaglio grosso ma che, al momento, ha 6 lunghezze di distacco dal Campobasso primo in classifica: “Mi associo alle parole del presidente Pecorelli: il Girone F è molto equilibrato, l’Avezzano ha perso qualche punto ma può recuperare le sei lunghezze di distacco dal Campobasso. La squadra c’è, forse la condizione fisica non è ottimale però: per vincere il campionato bisogna cambiare marcia ed andare più forte”.

In Eccellenza, sotto i riflettori di Morachioli ci sono Celano e Capistrello: “Il Celano ha fatto un ottimo mercato a dicembre, come con Pendenza, ma già aveva una grande rosa costruita in estate. Credo stia andando al di sotto delle proprie possibilità: deve invertire la rotta per la salvezza, penso che mister Iodice ed il suo vice Iezzi siano in grado di raggiungere l’obiettivo. Il Capistrello ha avuto un avvio non esaltante, forse pericoloso, ma nel mercato qualcosa si è aggiustato: la salvezza può arrivare, magari anche tramite i playout”.

Infine, capitolo Promozione con diverse società abruzzesi impegnate: “La Fucense aveva un organico di primissimo ordine per la categoria, ora con mister Giordani ha tutte le carte giuste per provare a vincere il campionato. Credo abbia qualcosa in più del San Gregorio e, penso, anche del Montorio. Basta fare i nomi di Angelo Persia e Michele Bisegna per capire quanto sia di primissima fascia l’organico della Fucense… L’Angizia ha allestito una grande rosa, rafforzandosi nel mercato: vincendo a Montorio ha dato un bel segnale al mercato. Può affrontare i playoff nel migliore dei modi. Il San Benedetto ha qualche difficoltà ma chi ha fatto questi campionati sa che anni così possono capitare: hanno valori importanti ma certo bisogna invertire la marcia o la classifica può diventare pericolosa. Pucetta? Forse non era il cambio dell’allenatore la soluzione: quando si lavora con i giovani bisogna avere pazienza e fortuna. Il campionato di Promozione è molto difficile, bisogna restare però agganciati il più possibile per fare almeno i playout. In ogni caso, spero che tutte le marsicane possano raggiungere l’obiettivo stagionale”.

ALTRI ARTICOLI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

spot_img
#
Squadra
M
V
X
Ps
Pt
1
26
21
3
2
66
2
26
17
7
2
58
3
26
15
4
7
49
4
26
13
7
6
46
5
26
13
6
7
44
6
26
11
8
7
41
7
26
11
5
10
38
8
26
10
6
10
36
9
26
11
3
12
36
10
26
9
7
10
34
11
26
9
6
11
33
12
26
10
3
13
33
13
26
8
7
11
31
14
26
8
8
10
30
15
26
8
1
17
25
16
26
6
6
14
24
17
26
5
2
19
17
18
26
1
7
18
10
Castelnuovo un punto di penalizzazione.
Vastese due punti di penalizzazione.
P