spot_img
spot_img
spot_img

Conferenza L’Aquila, Ghirelli: “Puntiamo alla C, per la B c’è tempo. Il progetto? Bisogna innovare”

Il progetto dell’Equity Crowdfounding dell’Aquila 1927 sta spopolando in tutta Italia e non solo. I rossoblù per presentarlo a tutti, inoltre, hanno indetto una conferenza stampa a Roma, oggi lunedì 4 marzo. Presenti c’erano il presidente onorario del club, Francesco Ghirelli, l’Amministratore Delegato Goffredo Juchich, Giancarlo Abete, presidente della Lega Nazionale Dilettanti (LND), il Ministro dello Sport Andrea Abodi e non solo.

Il presidente Ghirelli ha detto: “Puntiamo ad arrivare in C, che per la B c’è tempo. Chi me l’ha fatto fare? Bisogna innovare, in questo paese e in questo calcio. Quando vennero a chiedermi di partecipare, eravamo qui a Roma a Via Giolitti, mi chiesero: “Tu che sei per un promotore delle riforme. Perché non ci dai una mano?”.

Ha poi proseguito: “La Germania è partita nel ‘92 con questo modello, con la crisi finanziaria più profonda nel calcio. Adesso, i risultati sono sotto gli occhi di tutti. A L’Aquila si è messo insieme un progetto unico. Questo passaggio all’Equity Crowdfunding ci fa aprire ad altre componenti. Mettiamo un progetto a base quinquennale, vogliamo sviluppare una società sostenibile. Ma voi ditemi, come potevo dire di no a questa proposta?”.

L’amministratore delegato, Goffredo Juchich ha detto: “Noi siamo una società che è interamente composta da tifosi. Sana. Abbiamo rilevato il 100% delle quote de L’Aquila Calcio nel 2018. Abbiamo scalato il calcio dilettantistico, e stiamo cercando di andare nel mondo del professionismo. Tutto ciò è stato possibile grazie a una forte connessione con il nostro territorio. Centinaia di aziende, grandi e piccole, ci danno fiducia ogni anno. Così come i migliaia di tifosi che vengono allo stadio ogni domenica. L’Equity Crowdfunding è il passo successivo per coinvolgere nel nostro mondo altri attori. L’Aquila rappresenterà una base per questa campagna, ma non possiamo essere lasciati soli. Dobbiamo aprirci al territorio nazionale“.

Sul terremoto e lo stadio: “Sapete tutti ciò che è successo nel 2009: vi dico solo che in quei giorni il nostro stadio è stato la più grande tendopoli della città. Oggi è un gioiellino che ci invidia tutta la categoria. La città è ripartita. Il sistema Italia non ha mai funzionato bene come in quell’occasione, il paese si è unito per aiutarci e farci tornare a vivere. Ora noi, nel nostro piccolo, vogliamo provare a restituire qualcosa con il nostro modello. Secondo noi questo può essere un modello d’ispirazione per tante realtà. Abbiamo ricevuto chiamate da tante realtà importanti in giro per l’Italia, mi viene in mente il Bari. Permettetemi di sognare come un bambino; io L’Aquila in Serie B non l’ho mai vista. Ritengo che la nostra città si meriti quella categoria“.

spot_img

ALTRI ARTICOLI

CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

#
Squadra
M
V
X
Ps
Pt
1
31
19
8
4
65
2
31
18
7
6
61
3
31
14
12
5
54
4
31
14
8
9
50
5
31
13
10
8
49
6
31
13
9
9
48
7
31
12
11
8
47
8
31
11
11
9
44
9
31
9
14
8
41
10
31
10
8
13
38
11
31
9
10
12
37
12
31
7
16
8
37
13
31
10
5
16
35
14
31
9
7
15
34
15
31
8
7
16
31
16
31
5
14
12
29
17
31
6
8
17
26
18
31
6
7
18
25
spot_img
spot_img
P