spot_img
spot_img

Promozione, mano pesante del Giudice Sportivo sul Francavilla

Il Giudice Sportivo ha pesantemente sanzionato il Francavilla dopo la semifinale disputata nei playoff sul campo del Rapino. Il club giallorosso ha subito una ammenda di 500,00 euro perché “propri sostenitori, nel corso della gara ed alla fine della stessa, facevano esplodere alcuni petardi e fumogeni, uno dei quali danneggiava il terreno di gioco sintetico. Si fa obbligo di risarcire il danno se richiesto e documentato. Rapporti A. e C. di C.“.

Non solo: è stato inibito fino al prossimo 31 luglio il dirigente Osvaldo Rapino, sempre del Francavilla, perché “al termine della gara metteva in atto una condotta gravemente irriguardosa nei confronti dell’arbitro e del Commissario di campo a cui rivolgeva offese e minacce. Lo stesso, inoltre, tentava di aggredire il Commissario di campo non riuscendo nel proprio intento perché trattenuto da alcuni dirigenti della squadra avversaria. Rapporti A. e C. di C.“.

Squalificato poi per una giornata, per doppio giallo, l’espulso Alessio Criscolo (sempre del Francavilla).

Quanto all’altro match disputato per i playoff domenica, ammenda di 600,00 euro all’Angizia Luco perché “propri sostenitori utilizzavano materiale pirotecnico (n.5 fumogeni) senza conseguenze. Gli stessi sostenitori, nel corso della gara danneggiavano alcune sedute degli spalti dell’impianto sportivo. (Recidiva)”.

Quanto invece al San Salvo, non disputerà la finale contro il Rapino e non ci sarà nella prima della prossima stagione il calciatore Enrico D’Alessandro, espulso, che ha ricevuto appunto due turni di squalifica.

In foto, Rapino-Francavilla.

ALTRI ARTICOLI

spot_img
spot_img

CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

spot_img
spot_img
P