spot_img
spot_img

Cantera Adriatica, dopo l’incidente in campo migliora il giovane Lorenzo

Lorenzo sta meglio. E domani potrebbe lasciare l’ospedale di Pescara e tornare a casa, dopo la grande paura di mercoledì scorso, quando ha battuto la testa violentemente a terra dopo uno scontro di gioco fortuito, durante la gara di ieri pomeriggio tra Cantera Adriatica Pescara e Castrum Silvi.

Si stava giocando al Poggio degli ulivi di Città Sant’Angelo il triangolare di semifinale del campionato Under 13 Interprovinciale (la terza squadra presente era il Pescara). Il 13enne della squadra grigioazzurra, allenata da Marco Mosca, è caduto a terra e ha battuto il viso, perdendo i sensi e avendo una crisi convulsiva che rischiava di farlo soffocare.

Il pronto intervento degli staff e degli allenatori delle squadre e di due mamme presenti sugli spalti, una infermiera e l’altra medico (la dottoressa Daniela Fantone), è stato fondamentale per evitare il peggio e stabilizzare il giovane calciatore.

Dopo il primo soccorso in campo, Lorenzo è stato trasportato dall’elisoccorso all’ospedale di Pescara (in foto, ndr). Oggi il giocatore della Cantera è già in buone condizioni, domani potrebbe tornare a casa

Siamo felici perché Lorenzo è in buone condizioni, il peggio è passato. Ringraziamo tutte le persone che lo hanno aiutato in quei momenti terribili, in particolare la dottoressa Daniela Fantone, che lo ha stabilizzato quand’era in preda alle convulsioni. Non vediamo l’ora di riabbracciarlo e rivederlo in campo con i suoi compagni“, ha detto il patron della Cantera Adriatica, Massimo Giannetti.

Fonte: comunicato stampa Cantera Adriatica.

ALTRI ARTICOLI

spot_img

CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

spot_img
spot_img

ULTIMI ARTICOLI

spot_img
P