spot_img
spot_img
spot_img

Pescara, è la stagione delle delusioni: perde anche contro la Recanatese

Il Pescara cade, ancora una volta in una delle stagioni più basse della sua storia, anche contro la Recanatese. Il finale è un 3-2 che non lascia spazio a troppe discussioni: ancora una volta, la squadra attualmente allenata da Bucaro mostra limiti clamorosi in fase difensiva ed allunga a 15 la quota di reti subite nelle ultime 4 trasferte. Inutile, in fase offensiva, la buona doppietta di Merola che sale a 12 reti; ancora tanti errori, pesanti, sotto porta per Cuppone.

Quanto alla gara, Bucaro cambia ben 6 effettivi rispetto alla disfatta di Sassari ma la partenza è negativa: Melchiorri, con una conclusione, va ad un passo dal bersaglio grosso. Il Pescara reagisce sull’asse Cuppone-Merola: assiste del 29, centro con il mancino dopo una azione insistita da parte del folletto con il numero 10 sulle spalle. E’ così, inaspettatamente, 0-1 per i biancazzurri al quarto minuto.

Il Pescara potrebbe trovare il doppio vantaggio con Cuppone, che però si fa murare davanti al portiere, quindi la Recanatese pareggia con una super-azione di Lipari che serve centralmente Melchiorri ed al 23esimo è 1-1. Molle e poco attenta, nell’occasione, la difesa del Delfino, soprattutto sul lato di Pierno.

Nel primo tempo non succede più nulla e, nella ripresa, si riparte con i giallorossi sul pezzo: sempre Lipari salta tre uomini del Pescara e con un bel piattone supera imparabilmente Plizzari per il vantaggio della Recanatese.

Un fallo di mano che per la verità non sembra esserci porta poi al calcio di rigore, al 60esimo, che rimette il Pescara in parità: dal dischetto si presenta Merola che batte Meli per il 2-2, trovando la doppietta personale e la 12esima rete stagionale in Serie C.

I biancazzurri, ora, ancora una volta potrebbero passare in vantaggio ma Cuppone sciupa clamorosamente a porta vuota al 66esimo. Un minuto dopo, così, la frittata è fatta su calcio piazzato: Ferrante svetta, Plizzari para e sulla ribatutta lo stesso Ferrante chiude in rete per il 3-2 dei giallorossi (in foto, ndr).

L’ultima occasione della gara è un bel mancino da fuori area di Dagasso, subentrato ad un opaco Squizzato, in pieno recupero: Meli blocca centralmente. Da lì in poi non succede più nulla, la Recanatese vince contro il Pescara e lo inguaia: il treno per le posizioni di vertice è ormai partito da tempo, anche il piazzamento playoff inizia a tremare come, inutile sottolinearlo, la panchina di Bucaro dopo appena 3 gare responsabile tecnico.

Il tabellino

Recanatese-Pescara 3-2 (4 pt, 15 st rig. Merola (P), 23 pt Melchiorri (R), 1 st Lipari (R), 22 st Ferrante (R))

Recanatese (3-4-2-1): Meli; Shiba, Ferrante, Peretti; Raimo (37 st Veltri), Raparo (1 st Prisco), Morrone (43 st Fiorini), Longobardi; Sbaffo, Lipari (18 st Ferretti); Melchiorri. A disp.: Mascolo, Tiberi, Pelamatti, Guidobaldi, Mazia, Rizzo, Ahmetaj. Allenatore: Filippi.

Pescara (4-3-3): Plizzari; Pierno (20 st Floriani Mussolini), Pellacani, Mesik, Milani; Aloi (37 st Capone), Squizzato (20 st Dagasso), Tunjov (1 st Meazzi); Merola, Cuppone, Accornero (20 st Cangiano). A disp.: Gasparini, Zandri, Brosco, Di Pasquale, Staver, Moruzzi, De Marco, Franchini, Masala. Allenatore: Bucaro.

Arbitro: sig. Peletti di Crema.

Ammoniti: Ferretti, Morrone, Longobardi (R) – Pierno (P).

Fonte foto: Pescara Calcio. Credits: Massimo Mucciante.

ALTRI ARTICOLI

spot_img

CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

#
Squadra
M
V
X
Ps
Pt
1
35
28
5
2
89
2
35
22
6
7
72
3
35
18
10
7
64
4
35
17
11
7
62
5
35
15
9
11
54
6
36
15
7
14
52
7
36
14
9
13
51
8
35
14
8
13
50
9
35
13
9
13
48
10
35
13
8
14
47
11
36
11
11
14
44
12
36
9
17
10
44
13
35
10
12
13
42
14
35
11
8
16
41
15
35
9
13
13
40
16
35
10
7
18
37
17
35
8
11
16
35
18
35
6
15
14
33
19
36
6
13
17
31
20
36
6
7
23
25
spot_img
spot_img
P