spot_img
spot_img
spot_img

Miglianico Lanciano, dimissioni per D’Ottavio e Di Filippo. Pres. Palombaro: “Situazione sotto controllo. C’è invidia…”

Lampo a ciel sereno in casa Miglianico Lanciano FC: il club attualmente in testa al Girone C di Promozione ha infatti visto le dimissioni rassegnate da parte di Nicola D’Ottavio, direttore sportivo, e di Elenio Di Filippo, direttore generale. A loro dire, secondo quanto riportato stamattina da chiaroquotidiano in un articolo di Antonio Del Borrello, il presidente Valeriano Palombaro non sarebbe “in grado di portare a termine una stagione all’altezza della città di Lanciano”.

Attraverso un comunicato stampa, poi, alcuni calciatori e parte dello staff hanno reso noto che, se non dovessero venire onorati gli impegni economici presi dallo stesso presidente (a loro avviso, appunto, non rispettati), “non potranno più assicurare il regolare svolgimento dell’attività sportiva“. Insomma, una nemmeno troppo velata presa di posizione che minaccia lo stop in caso di mancato pagamento dei rimborsi previsti.

In esclusiva ai nostri microfoni, il presidente Palombaro ha spiegato quanto di seguito: “La situazione è sotto controllo, come tutti sanno la nostra società non è a conduzione unipersonale ma la Lanciano FC è, dal 24 novembre, composta da 6 soci. Gli imprenditori di Lanciano sono dentro da quella data, sono entrati in una situazione tranquilla e per essere adempienti, quantomeno per dare il loro contributo. Al momento ci sono delle problematiche tecniche, niente di che, visto che è in corso un cambio societario e stiamo affinando degli accordi: ci possono essere delle incomprensioni e dei ritardi… ma non c’è una situazione allarmante, nella maniera più assoluta”.

Si è parlato anche di problematiche relative al campo di allenamento in quel di Tollo, ma Palombaro ha voluto rassicurare i tifosi: “Sul campo a Tollo non siamo assolutamente inadempienti, siamo regolarmente adempienti come le carte dimostrano”.

Infine, la stoccata: “Qualcuno sta strumentalizzando la cosa per notorietà e per cattiveria ed invidia, quanto ho promesso è sempre stato mantenuto al 100%: progetto importante, campionato di vertice, siamo primi con cinque punti di vantaggio, sono rientrati lanciantesi, si è entusiasmata la piazza e stanno entrando sponsor lanciantesi. Ci sono dei ritardi perché il progetto partito l’11 di luglio, formatosi per strada, oggi ha qualche défaillance ma la società è sana e forte. Ci sono però dei franchi tiratori, persone ambigue e non serie all’interno, che hanno lavorato per creare attriti”.

Sui dimissionari: “I dimissionari sono persone che hanno lasciato la società: si devono rendere conto del perché, creando disappunti e mal-comunicazioni ai giocatori, comunicazioni sbagliate e false… La società c’è, è in assetto e bisogna stare tranquilli. Ho documenti comprovanti che non ho nessuna responsabilità. Ritardi? Sono normali in queste categorie, parliamo di stupidaggini in via di risoluzione. Che ora tutto debba essere strumentalizzato per infangare la società e le persone… è una mera cattiveria. E’ giusto sapere che ad ogni azione c’è una reazione. Il Lanciano FC è forte e va avanti senza problemi: si riassetterà su tutto, anche sotto l’aspetto dirigenziale, e ci saranno sicuramente dei cambiamenti come da programma iniziale. Senza problemi, tutto qua”.

Fonte foto: Miglianico Lanciano FC.

spot_img

ALTRI ARTICOLI

CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

spot_img
spot_img
P