spot_img
spot_img
spot_img

Tra Atessa e San Salvo vince la noia. Scialbo 0-0!

L’Atessa ospitava il San Salvo nella settima giornata del girone C di Promozione. Tra attacchi spuntati, defezioni e poca lucidità, succede poco o nulla.

Big match a Montemarcone di Atessa, dove la co capolista ospita il quotato San Salvo, rinfrancato dagli ultimi botti di mercato, dove i biancoazzurri si sono assicurati le prestazioni di Nicola Fiore e Christian Lanfranchi, quest’ultimo proveniente proprio dall’Atessa.
Mister Farina ha i soliti indisponibili in lungodegenza Lemme, Molino e Bussoli, anche se riesce a recuperare, almeno per la panchina, Berardi. Il tecnico atessano conferma lo stesso undici iniziale che ha impattato a Francavilla fatta eccezione per il portiere, con Filippo Di Cencio che torna al suo posto dopo aver scontato la squalifica.
La gara non concederà grosse emozioni di sorta, con una leggera supremazia territoriale equamente distribuita tra le due fazioni, con gli ospiti più propositivi nella prima frazione e i padroni di casa più spigliati nella ripresa; tuttavia, poche chance e pareggio che risulterà sostanzialmente giusto.
Dopo il primo quarto d’ora di studio, sono gli ospiti a imbastire la prima sortita degna di nota al 14’, con il traversone basso di Pollutri che vede l’intervento provvidenziale di Braccia, in anticipo, bravo a chiudere la diagonale e rifugiarsi in corner.
Tre minuti più tardi arriva la replica dell’Atessa con il siluro da distanza siderale di Tucci, il quale riceve una rimessa laterale di capitan Pili e lascia partire un gran destro che trova, però, solo l’esterno della rete.
Dopo il promettente botta e risposta del quarto d’ora, la gara prosegue senza ulteriori scossoni evidenti fino a fine frazione, quando sono i padroni di casa ad affacciarsi in avanti: dapprima, al 39’, uno schema d’angolo si conclude con lo stacco fuori misura di D’Ortona e dopo, al 41’, il bel triangolo tra Zekthi e Tucci libera al tiro quest’ultimo con il mancino, ma anche in questo caso la sfera viaggia al di fuori dello specchio difeso dal semi inoperoso Cattafesta.

Nella ripresa parte subito forte l’Atessa, pericolosa nemmeno dopo un minuto con l’ex di turno Simone Tucci, il quale raccoglie una corta respinta della retroguardia ospite, dopo un cross di Pili, e calcia forte dal limite, con la sfera che fischia vicinissima al palo difeso da Cattafesta e si spegne sul fondo.
Il centrocampista di casa ha il piede caldo e, al minuto 49, propizia l’occasione più nitida dei locali, direttamente da calcio piazzato; conclusione potente dai 25 metri respinta da Cattafesta, sulla ribattuta interviene Malvone che va a botta sicura ma trova la decisiva deviazione di un difensore biancoazzurro, che evita il peggio e dirotta la palla in angolo.
Passato lo spavento, due minuti più tardi, è il San Salvo a sfiorare il vantaggio: Giancristofaro pasticcia e perde un pallone sanguinoso in fase di impostazione; Battista conquista il possesso e mette al centro per l’accorrente Lorenzoni, il quale calcia al volo da posizione privilegiata; per fortuna degli atessani, capitan Pili riesce a deviare il pallone, concedendo solo un tiro dalla bandierina, per il rammarico della folta e rumorosa rappresentanza ospite.
In pratica, tra i reparti offensivi dalle polveri bagnate, la girandola delle sostituzioni (in cui si segnalano gli esordi del san salvese Fiore e del giovane atessano Marchetti, classe 2004) e una prova generale abbastanza contratta, il match concede poco o nulla nei restanti minuti di gioco, tanto che possiamo solo menzionare un’incornata di Montervino su corner di Izzi, alla mezzora, respinta con qualche difficoltà da Di Cencio, e una mezza occasione capitata sui piedi della punta di casa Zekthi che, servito da D’Ortona, perde l’attimo buono per calciare di prima intenzione, facendosi murare la conclusione in un secondo momento.
Finisce dunque con uno scialbo 0-0 una gara che si preannunciava certo equilibrata ma sicuramente molto più spettacolare di quanto lo sia stata.
In fin dei conti, date le numerose assenze di entrambi gli schieramenti, resta la consolazione di portare in cascina un punto a testa: l’Atessa resta imbattuta ma scivola al terzo posto, mentre il san Salvo coglie il quinto pareggio su sette gare di campionato, chiudendo per la terza volta consecutiva a secco di gol e rimandando l’appuntamento con il ritorno ad una vittoria che manca dalla seconda giornata (0-3 a Lanciano), datata 3 ottobre.

Il Tabellino

 

ATESSA CALCIO US SAN SALVO 0 – 0
MARCATORI:


ATESSA CALCIO: Di Cencio, Braccia (37’ st Pili M.), Pili E., Tucci S., Flocco, Giancristofaro, D’Ortona, Quintiliani, Zekthi, D’Antonio (25’ st Berardi), Malvone (31’ st Marchetti).
A DISPOSIZIONE: D’Amico, Antonini, Di Bartolomeo, Di Tondo, Pasquarelli, Tucci F.
ALLENATORE: Gabriele Farina.


US SAN SALVO
: Cattafesta, Frasca (23’pt Di Tella), Izzi, Di Pietro G., Minervino, Luongo, Pollutri (14’st Farina), Dzierwa, Battista (14’st Fiore), Lorenzoni (42’st Nucci), D’Alessandro (23’st Seck).
A DISPOSIZIONE: Corvino, Sorichilli, Faye, Lanfranchi.
ALLENATORE: Iliyas Zeytulaev.

ARBITRO: Patrizio Novelli sezione di Vasto (Davide Donatelli e Giulia Di Rocco di Pescara gli assistenti).

ALTRI ARTICOLI

spot_img

CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

spot_img
spot_img

ULTIMI ARTICOLI

spot_img
P