spot_img
spot_img
spot_img

Lutto nel calcio pescarese: scompare Peppino D’Arcangelo

Il mondo Curi, e l’intero sport pescarese, sono in lutto. Se n’è andato ieri Nicola Peppino D’Arcangelo, presidente della Curi Pescara dal 2018. D’Arcangelo aveva 76 anni. Imprenditore conosciutissimo e stimato da tutti, negli anni aveva sempre vissuto da vicino e con passione nel mondo prima del calcio a cinque e poi del calcio giovanile, investendo con la sua Fas trasporti.Una vita nello sport, i dirigenti della Delfino Curi Pescara, distrutti dal dolore, lo ricordano come “una persona unica, disponibile e dal cuore grande. Amava il calcio e in particolare quello giovanile”.

Memorabili le sue parole, qualche mese fa ai microfoni di Rete8, in occasione della premiazione in Comune sugli Under 15 campioni regionali 2020/2021 della Curi: “Sto vivendo un’esperienza emozionante con la Curi. Ci tengo alla crescita degli uomini prima che dei calciatori: i trofei sono il diploma, la laurea, il successo nel lavoro e poi anche il calcio. Bisogna incentivare chi è bravo a scuola ed è educato. I ragazzi devono crescere in un ambiente sano e nel rispetto del prossimo, genitori, insegnanti, istruttori e compagni di squadra”.

Il patron Quinto Paluzzi e tutti i soci della Curi Pescara, i dirigenti, i tecnici e tutti gli atleti del Delfino Curi Pescara si stringono alla famiglia D’Arcangelo in questo momento di dolore.

Fonte: Ufficio Stampa Il Delfino Curi Pescara

ALTRI ARTICOLI

spot_img

CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

spot_img
spot_img

ULTIMI ARTICOLI

spot_img
P