Hadranus, dopo l’approdo in Prima Categoria si programma il futuro

In soli tre anni dalla sua fondazione l’Hadranus ha fatto passi da gigante, conquistando due promozioni e una partecipazione ai playoff, raggiungendo così la Prima Categoria.

Un progetto tutto atriano, dalla dirigenza allo staff passando per la maggior parte della rosa, che affronta il calcio moderno con sostenibilità e dando la giusta importanza ai valori.

Il Presidente Loris Centorame è esprime profonda soddisfazione:

“Abbiamo vinto i playoff ottenendo il secondo salto di categoria in tre stagioni salendo per la prima storica volta in Prima Categoria; chiaramente c’è felicità e soddisfazione da parte di tutta la società, gli eroi sono i nostri ragazzi e la vittoria è stata soprattutto merito loro, noi dirigenti abbiamo fatto solo le scelte giuste al momento giusto per raggiungere questo obiettivo. Ritirare il secondo trofeo in tre anni è stata una grossa soddisfazione. Per la prossima stagione ci aspetta un campionato impegnativo, il nostro obiettivo come abbiamo già fatto in questi anni è concedere spazio a tutti i ragazzi di Atri, è nel nostro dna, fino ad oggi questo ci ha dato ragione; cercheremo come abbiamo sempre fatto di farli stare il meglio possibile nel nostro ambiente, è una cosa che cerchiamo sempre di curare nel minimo dettaglio, per noi l’Hadranus non è solo una squadra di calcio ma una e vera e propria famiglia. Siamo una neopromossa e stiamo cercando di entrare in punta di piedi in una categoria che per la nostra società rappresenta una prima volta e cercheremo di rispettarla; stiamo allestendo un’ottima squadra che possa fare bene, il nostro obiettivo principale è raggiungere il prima possibile la salvezza per poi cercare di ottenere il miglior piazzamento possibile. Abbiamo confermato l’ossatura della scorsa stagione e stiamo inserendo alcuni giocatori di categorie superiori con la priorità per quelli locali, sono già arrivati Gianmarco Balducci, Stefano Maniero, Antonio Di Ridolfi, Antonello Forese e Giacomo Assogna; altro nostro obiettivo è cercare di coinvolgere il più possibile la città perchè per noi è un onore e un soddisfazione, come nell’ultima finale playoff con circa 1000 spettatori, numeri che non si vedevano da anni nella nostra città. Abbiamo confermato l’allenatore Giuseppe Rachini e il Ds Daniele Castagna, anche a livello societario sono rimasti tutti e ci sarà l’ulteriore ingresso di altre figure che daranno il loro importante apporto alla nostra società.”

ALTRI ARTICOLI

spot_img

CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

spot_img
spot_img

ULTIMI ARTICOLI

spot_img
P