Il punto sul girone C di Promozione – XVIII giornata

La sintesi di tutto quello che è accaduto nella diciottesima giornata del girone C di Promozione.

Siamo giunti alla giornata numero 18 nel girone C di Promozione. Sono 22 le reti segnate in questo turno, caratterizzato da ben 4 colpi esterni su 7 gare, ma andiamo con ordine.

Prova di forza della battistrada Union Fossacesia, capace di espugnare anche il Valle Anzuca, fortino del Francavilla. I biancorossi di mister Memmo mettono subito in chiaro le cose e passano in vantaggio al primo minuto di gioco, per effetto del destro vincente di Carraro, anche se l’ultimo a toccare, in fondo al proprio sacco, è il difensore villese Di Moia. I padroni di casa non ci stanno e assaltano la retroguardia ospite, trovando il meritato pareggio al 42’, grazie ad una perfetta esecuzione dell’esperto Barbacane direttamente da calcio piazzato. Per lui fanno 7 in stagione. Tuttavia, la capolista si dimostra cinica e spietata, confezionando il colpo grosso in apertura di ripresa, al 49’, innescando un micidiale contropiede orchestrato da Giovannelli e capitalizzato al meglio da Carraro. Ripartenza letale dei biancorossi, ma grave disattenzione dei locali. Da lì in poi parte il forcing dei giallorossi che, però, non porta gli esiti sperati. Vince quindi il Fossacesia, che resta in vetta al girone con 4 punti di vantaggio (ma con una gara in più disputata) sull’Ortona.

I gialloverdi surclassano agevolmente la malcapitata Tollese con una sonora cinquina. Una gara senza troppe storie, che ha visto la truppa di mister Savini già in doppio vantaggio al termine della prima frazione di gioco, per effetto delle reti segnate da Ligocki e Lieti. Nella ripresa, i padroni di casa calano il tris della sicurezza con Di Donato e, nel finale, dilagano con il subentrato Albanese e ancora con Di Donato, per la sua personale doppietta. A tempo ormai scaduto, arriva anche il gol della bandiera ospite, recante la firma di Shipple che, comunque, non rende meno amara una sconfitta pesante nel derby e una situazione di classifica che comincia a preoccupare. A gonfie vele l’Ortona, invece, che centra la sesta vittoria consecutiva e punta decisamente alla vetta, distante ora 4 punti ma che potrebbero diventare solo 1 in caso di vittoria nel recupero con il Bucchianico.

In terza posizione stabile l’Atessa, che non è da meno ai gialloverdi e rifila cinque reti a domicilio, violando il Di Meco di Lanciano. Parte a mille la formazione ospite che, nei primi 3 minuti di gioco, gonfia la rete per due volte, dapprima con Flocco e subito dopo con la zampata da rapace d’area di bomber Molino. Nella prima mezzora è dominio, poi i rossoblù subiscono un calo di concentrazione e vengono puniti dai volenterosi ragazzi dell’Athletic, in rete con un bellissimo stacco di testa di Cianci. Al riposo si va sul risultato di 1-2. Al rientro dall’intervallo, gli ospiti riprendono a martellare e chiudono la pratica nei 10 minuti iniziali, allor quando si scatena il furetto Nando Malvone, il quale segna prima con il sinistro e poi con il destro, griffando la doppietta e salendo a quota 5 gol in stagione. Non vuole essere da meno il forte centrale difensivo Giuseppe Flocco che, infatti, firma anche lui la sua personale doppietta a metà ripresa, al culmine di uno schema da corner. Anche per lui si tratta del quinto sigillo.

A un punto di ritardo dall’Atessa c’è lo Scafa PassoCordone, vittorioso con un secco 0-2 in quel di Elice e trascinato dal bomber Simone Di Nardo, classe 1988, vero mattatore di giornata e che, con questa doppietta, si porta a quota 13 centri in campionato. La punta scafatese sblocca il risultato a metà primo tempo, a compimento di un buon avvio dei biancoazzurri. Una volta in vantaggio, gli ospiti gestiscono il vantaggio, tengono botta alle risposte dei padroni di casa e chiudono i conti intorno all’ora di gioco, assicurandosi i tre punti con largo anticipo. Importante successo per l’undici di mister De Melis che, fuori casa, ritrova il bottino pieno dopo un lungo digiuno, tant’è che prima di Elice, lo Scafa aveva vinto solo a Lettomanoppello, nella tana del Bucchianico, alla prima giornata di andata (0-3 lo scorso 26 settembre).

Scendendo la classifica incontriamo l’unico 0-0 di giornata, ovvero quello tra la Casolana ed il Miglianico. A dispetto delle reti rimaste inviolate, è stata una delle gare più divertenti e ricche di emozioni dell’intero turno. Sia la formazione di casa che gli ospiti hanno costruito davvero una gran moltitudine di occasioni, ma con la caparbietà delle due retroguardie e la bravura dei due portieri, ne è venuto fuori un risultato ad occhiali. Ambedue le contendenti ci hanno provato fino alla fine, anche se nel finale si è registrato qualche nervosismo di troppo. Per mister Bisci un solo punto nelle ultime due gare così come per il neo mister miglianichese Pingiotti.

In zona calda, trova la terza vittoria consecutiva il ritrovato San Salvo che, tra le mura amiche del Tomeo, supera anche il San Giovanni Teatino, agganciando la Tollese e tirandosi fuori dalla griglia play out per la prima volta. Parte forte la formazione di casa, in gol dopo pochi istanti con Torres, anche se la rete non viene convalidata dal direttore di gara. Poco male, comunque, perché i biancoazzurri passano a condurre al 7’ per mano dell’eurogol, forse non propriamente cercato, di Pollutri, il quale beffa l’estremo ospite con un perfido spiovente da 40 metri. Gli ospiti non demordono e trovano il momentaneo pari alla mezzora con Di Pentima che, scattato in posizione sospetta, capitalizza al meglio il suggerimento di Nardone. Nella ripresa, il San Salvo cerca con più convinzione il nuovo vantaggio e questo si concretizza al 58’, grazie alla perfetta girata dal limite di Roman Torres; questa volta è tutto regolare e l’attaccante argentino può festeggiare il nuovo sorpasso dei locali. I teatini si spingono in avanti e creano due clamorose palle gol non sfruttate a dovere. Oltre al danno la beffa, poiché, in pieno recupero, il San Salvo archivia la pratica con il subentrato Claudio, il quale insacca da due passi dopo il piazzato di capitan Izzo.

Chiude il quadro di giornata il tesissimo scontro salvezza di Atessa, tra i padroni di casa della Val di Sangro e il Bucchianico. Vittoria di fondamentale importanza quella colta dai rossoblù di mister Valeriano D’Orazio, che scavalcano, così, proprio i biancoazzurri, anche in virtù degli scontri diretti. A decidere un incontro molto nervoso è stato l’ex di turno De Menna che, a metà primo tempo, trova il jolly direttamente da calcio d’angolo, anche grazie alla gentile collaborazione del numero 1 di casa Serrapica. Una volta avanti, gli ospiti tengono bene il campo e non rischiano grossi pericoli. Brutta sconfitta per la Val di Sangro, che chiude anche in 10, per il doppio giallo rimediato da Valerio, con veementi proteste verso la terna arbitrale, tanto che ne faranno le spese anche mister Giannico e il presidente Rucci. Per il Bucchianico arriva la prima affermazione esterna del campionato, che li porta a quota 13. Curiosamente, quasi la metà di tutti i punti totalizzati in campionato dai rossoblù, sono stati realizzati nelle due sfide con i sangrini.

RISULTATI 18 GIORNATA

ATHLETIC LANCIANO ATESSA 1-5
CASOLANA MIGLIANICO 0-0
ELICESE SCAFA PASSOCORDONE 0-2
FRANCAVILLA UNION FOSSACESIA 1-2
ORTONA TOLLESE 5-1
SAN SALVO SAN GIOVANNI TEATINO 3-1
VAL DI SANGRO BUCCHIANICO 0-1

CLASSIFICA

UNION FOSSACESIA 37
ORTONA 33
ATESSA 31
SCAFA PASSOCORDONE 30
MIGLIANICO 28
FRANCAVILLA 27
CASOLANA 27
SAN GIOVANNI TEATINO 24
TOLLESE 22
SAN SALVO 22
ELICESE 16
VAL DI SANGRO 13
BUCCHIANICO 13
ATHLETIC LANCIANO 7

PROSSIMA GIORNATA (SABATO 12 MARZO 2022 ORE 15)

ATESSA – FRANCAVILLA
BUCCHIANICO – CASOLANA
ELICESE – ORTONA
MIGLIANICO – ATHLETIC LANCIANO
SCAFA PASSOCORDONE – SAN GIOVANNI TEATINO
TOLLESE – VAL DI SANGRO
UNION FOSSACESIA – SAN SALVO

ALTRI ARTICOLI

spot_img

CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

spot_img
spot_img

ULTIMI ARTICOLI

spot_img
P