Sale l’entusiasmo a Giulianova. Cerasi “Sono io a dover ringraziare città e società”

Sale la febbre in vista del primo atto della fase nazionale dei playoff di Eccellenza. Il Giulianova è pronto alla battaglia in quel di Castel Maggiore, una cittadina di 18.000 abitanti alle porte di Bologna, dove ad attenderli ci sarà il Progresso. Squadra che, dopo la retrocessione dalla Serie D nella passata stagione, ha ottenuto un prezioso secondo posto nel girone B del massimo campionato emiliano.
Sarà un esodo giallorosso: polverizzati già dopo 24 ore i primi 600 biglietti messi a disposizione per i supporters giuliesi, sono stati aggiunti, poi ulteriori 50 biglietti polverizzati anch’essi nel giro di poche ore. Previsto il tutto esaurito nella gara di ritorno domenica prossima al Fadini. Un entusiasmo che cresce sempre più, come testimoniato, ai nostri microfoni, dal mister giuliese Luciano Cerasi che ci ha spiegato come “vivo a Giulianova, la mia attività è a 20 metri dal Fadini. Sto vivendo un sogno. Gente che ti ferma per ringraziarti, nonostante siamo in una categoria, e lo dico con tutto il rispetto per l’Eccellenza, che a questa piazza va strettissima. Qui c’è un entusiasmo incredibile. La senti nella pelle, perché dovunque mi fermo mi parlano di calcio. Sono veramente contento e anzi. Io devo dire grazie alla città ed alla Società che mi ha permesso di portare avanti questo progetto, facendoci fare un po’ come ci pare. Venivo da attività di settore giovanile, seppur a livello professionistico, e mai mi sarei aspettato questa fiducia incondizionata in una piazza così”.


Stop di circa 40 giorni che potrebbe pesare sulla condizione atletica: “qualche giorno fa ascoltavo Zeman parlare del suo Pescara arrugginito dopo 20 giorni di stop. Noi siamo fermi da 44 giorni e questo mi preoccupa. Però devo dire obiettivamente che non c’è stato un calo di tensione negli allenamenti, i ragazzi si sono allenati forte e anche con una intensità maggiore rispetto la stagione regolare. Questo mi fa ben sperare. Obiettivamente, dico che sono contento per come li ho visti e per come abbiamo preparato queste fasi finali, siamo in salute e vogliosi. Ma sarà il campo a dire la verità”.

Sul fronte infortuni, pare recuperato il capitano Boccanera che “mercoledì si è dovuto mettere 7 punti al sopracciglio, dovremmo poterlo recuperare con una protezione al viso”.
Sull’avversario Cerasi è chiaro: “Li ho visti in due delle ultime gare, è una squadra predisposta a giocare a calcio con un mister esperto. Tanti vengono dal settore giovanile del Bologna e con una certa qualità. Sono stati in Serie D fino allo scorso anno ed è una società abituata ad altri palcoscenici.
Non snaturo la mia squadra in funzione delle avversarie, giocheremo a calcio come abbiamo sempre fatto e vedremo quale sarà il modulo giusto per affrontarli. Con la massima serenità, perché sono fiducioso della mia squadra. Nelle fasi finali un episodio può cambiare tutto e dobbiamo cercare di stare dentro la partita dopo la gara di andata per poi giocarci tutto al Fadini. Non è una gara secca ed i tifosi ci daranno una grande mano, sono speciali”.

ALTRI ARTICOLI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

CLASSIFICA

#
Squadra
M
V
X
Ps
Pt
1
34
26
6
2
84
2
34
22
8
4
74
3
34
16
9
9
57
4
34
16
9
9
57
5
34
16
8
10
56
6
34
14
13
7
55
7
34
13
11
10
50
8
34
13
10
11
49
9
34
13
9
12
48
10
34
11
14
9
47
11
34
12
8
14
44
12
34
9
15
10
42
13
34
11
7
16
40
14
34
10
8
16
38
15
34
10
5
19
35
16
34
7
13
14
34
17
34
4
7
23
19
18
34
0
6
28
6
spot_img
P